La sfida Usa, la filiale che non sembra una filiale

La sfida di molte banche internazionali nel ridisegnare il proprio modello di filiale è sembrare sempre meno delle banche e sempre più qualcos’altro. Negli Usa ci sta provando già da qualche anno Umpqua Bank, un istituto radicato nella parte nord occidentale del Paese e attivo sia nel retail che nel corporate banking. Come dimostra l’ampia filiale recentemente inaugurata a San Francisco, il gruppo sta rivisitando radicalmente il modello distributivo con una fortissima attenzione per il design e la tecnologia.

La struttura è infatti immersa nell’innovazione come dimostrano i numerosi strumenti di ultima generazione messi a disposizione dei clienti: Ipad, proiettori, schermi lcd e un’intera parete touchscreen chiamata Catalyst Wall che stimola i cinque sensi umani. Strumenti insomma che consentono sia di affrontare e risolvere i problemi finanziari, che di intrattenere in modo creativo il cliente nei momenti di attesa.

Proprio all’intrattenimento sono dedicate anche altre soluzioni offerte dalla filiale: uno spazio cucina per versarsi un thè o caffè, poltrone e divani confortevoli, una piccola libreria e open space per assistere a eventi e conferenze.
«Questo concept», spiega Eve Callahan, responsabile Corporate Communications di Umpqua, «è stato progettato per essere un hub della comunità sotto tutti i punti di vista. La tecnologia sta cambiando il modo in cui la gente interagisce con la propria banca e Umpqua cerca di intercettare questi cambiamenti piuttosto che resistervi».

Rispondi