Arrivano nuovi capitali per Homepal

Sono in crescita gli investimenti rivolti alla finanza digitale italiane. Si è chiuso di recente un aumento di capitale per la startup del settore immobiliare Homepal, che ha raccolto 2,3 milioni di euro grazie a un round guidato da Homeclub (veicolo creato da Maria Ameli) nel ruolo di lead investor. All’operazione hanno preso parte anche Pierpaolo Muscas e Alberto Zucca, già soci di Homepal. Tra i nuovi investitori ci sono imprenditori come Daniele Ferrero, presidente e ceo del Gruppo Venchi, Roberto Piroddi, ceo di Your Voice, e l’agenzia di comunicazione H-57. L’aumento di capitale ha visto una partecipazione diretta anche di Bper Banca che ha scelto Homepal come veicolo per entrare nel settore del real estate. Per la fintech queste nuove risorse vanno ad aggiungersi al milione di euro raccolto nel 2015 e ad un altro aumento di 2,6 milioni chiuso lo scorso anno.

Fondata a Milano nel 2014 da Andrea Lacalamita, Fabio Marra, Monica Regazzi e da un gruppo di manager e imprenditori, Homepal ha sviluppato una piattaforma che permette di trovare casa senza avvalersi di un intermediario. Dopo la partecipazione alla finale di B Heroes, dove la start up è stata selezionata tra le prime 5 startup italiane, Boost Heroes, la holding di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale, ha completato un secondo investimento nella società. Homepal è stata anche premiata con il Fintech Awards, come migliore startup del settore real estate per aver creato la prima piattaforma per la compravendita e l’affitto di immobili tra privati, senza l’intervento di agenzie immobiliari.

«Quando abbiamo avuto l’idea – ha raccontato Fabio Marra, co-founder ma anche cco della società – sembrava una cosa visionaria. Ora gestiamo 30 mila persone al giorno e 6 mila appuntamenti al mese. Stiamo implementando chatbot, visual ivr e altri servizi evoluti per ricordare ai clienti gli appuntamenti e un supporto documentale e contrattuale più ampio in tutte le fasi della trattativa. Siamo entusiasti».

Rispondi