Banca Sella, nuovi progetti in arrivo nel fintech

sella bis

Banca Sella ha in vista un nutrito programma di investimenti nel fintech. Questo il messaggio lanciato dall’istituto privato piemontese alla presentazione dei conti del primo trimestre.

Già nel corso del primo trimestre di quest’anno sono stati siglati accordi internazionali nei sistemi di pagamento e nell’e-commerce con UnionPay e Alipay, è stata aumentata l’operatività dell’open banking platform ed è stata aperta la nuova sede del polo di innovazione per le imprese SellaLab a Salerno. È proseguita inoltre in maniera sostenuta la crescita di Hype, l’app per la gestione del denaro e pagamenti via smartphone, che tra dicembre e aprile ha raddoppiato i clienti passando da circa 100.000 a oltre 200.000, con un tasso di crescita mensile del 25%. «Il nostro obiettivo obiettivo è di individuare dei modelli di crescita innovativi che generino nuovi margini tramite una piattaforma tecnologica aperta», ha dichiarato l’amministratore delegato Pietro Sella in una recente intervista.

Venendo al bilancio, i risultati del primo trimestre si è chiuso con un utile netto di 8,4 milioni di euro. Senza considerare la componente straordinaria derivante dalla cessione della partecipazione in Banque Martin Maurel Sella, il risultato sarebbe stato di 6,9 milioni. La raccolta globale al valore di mercato e al netto dei pronti contro termine è invece cresciuta di 1,1 miliardi, attestandosi a 36,4 miliardi

Rispondi