Banche digitali, in UK il risiko è appena iniziato

C’è parecchio movimento nel mondo della finanza digitale inglese in questi primi mesi dell’anno. Molte start up nate negli anni scorsi e cresciute in maniera significativa nei mercati di riferimento stanno avviando interessanti processi di aggregazione.

Proprio in questi giorni la challenger bank inglese OneSavings sarebbe in trattative avanzate per comprare Charter Court Financial Services e creare così un istituto da 1,6 miliardi di sterline. Fondata nel 2011 OneSavings (valutata 905 milioni di sterline) è oggi una delle maggiori banche digitali inglesi, mentre Charte Court (733 milioni) è stata lanciata nel 2008 come istituto specializzato nei mutui immobiliari.

L’operazione è solo l’ultimo dei sussulti che arrivano dalla finanza digitale inglese. Sempre nelle scorse settimane Ant financial, la divisione finanziaria del colosso cinese di e-commerce Alibaba, ha fatto la prima operazione mossa in Europa comprando la società inglese di pagamenti WorldFirst per circa 700 milioni di dollari.

L’acquisizione di WorldFirst consentirà insomma ad Ant Financial di mantenere una presenza diretta sul mercato inglese dove finora aveva solo contratti di licenza con esercizi commerciali. Non è un mistero del resto che il gruppo stia guardando con crescente interesse all’Europa, anche se finora si sono registrate poche operazioni. Le risorse per finanziare l’espansione in ogni caso non mancano.

Tornando al mondo delle challenger bank, Tandem, l’istituto fondato nel 2013 a Londra da Ricky Knox, Matt Cooper and Michael Kent e oggi attivo con una vasta gamma di servizi retail, ha annunciato l’intenzione di quotarsi in un arco temporale di tre-cinque anni, approfittando delle interessanti valutazioni offerte dal mercato per le fintech e le banche digitali.

Non c’è dubbio insomma che il mondo delle challenger bank sia in movimento. Starling, uno degli istituti più popolari a Londra, potrebbe attraversare la Manica per espandersi in Francia e Germania. Monzo invece, che ha oggi oltre un milione di clienti e una valutazione superiore al miliardo di sterline, sta lavorando allo sbarco negli Usa con il lancio di alcuni prodotti come una carta di debito pre-pagata.

Rispondi