Bbva investe nella fintech brasiliana Neon

BBVA-1

Dopo aver investito con decisione nella blockchain, Bbva scommette adesso sul fintech. Il gruppo bancario spagnolo attraverso il proprio braccio di venture capital, Propel Venture Partners, ha iniettato 22 milioni di dollari nella start up brasiliana Neon, attiva nei pagamenti via mobile. Nel round di finanziamento Bbva è stato affiancato da Monashees, Quona Capital, Omidyar Network, Tera, e Yellow Ventures.

Lanciata nel luglio del 2018 Neon ha ora più di 600 mila clienti e punta a raggiungere il milione entro la fine dell’anno. Il ceo Pedro Conrade ha dichiarato che il finanziamento appena concluso supporterà la società nel processo di espansione, con un particolare focus sulla tecnologia e sull’innovazione. «Abbiamo già lanciato la nostra carta di credito e faremo alcuni annunci importanti più avanti nell’anno a proposito dei nuovi prodotti e dei servizi in programma. Questo finanziamento testimonia la fiducia degli investitori nella nostra squadra, nell’opportunità di mercato e nella nostra strategia. Le nuove risorse ci permetteranno inoltre di muoverci a un passo più veloce per costruire un gruppo di servizi finanziari leader in Brasile», ha concluso il ceo.

La notizia arriva a poche settimane da un altro annuncio importante. Bbva è stata anche la prima banca a livello globale ad affidare un’azienda usando la blockchain, la tecnologia concepita inizialmente per le criptovalute ma potenzialmente rivoluzionaria anche nel campo dei processi bancari. L’istituto iberico ha infatti completato l’intero processo di un corporate loan da 75 milioni di euro, dalla negoziazione dei termini alla sottoscrizione, utilizzando un distributed ledger comune, cioè una rete di scambi in cui non vi è un’autorità incaricata di validare e registrare le transazioni.In questo modo sia la banca che il debitore possono tenere traccia del processo.

Rispondi