BlackRock scommette sulla app dei millennials

black.jpg

BlackRock sposta l’attenzione sui millennials e sul mondo del fintech. Il più grande asset manager del mondo, con un portafoglio in gestione di oltre 6 trillioni di dollari, ha deciso di investire in Acorns, una app californiana che permette ai giovani di investire piccole cifre in portafogli diversificati di etf. Non si tratta soltanto di un’operazione finanziaria perché BlackRock intende diventare partner della fintech in una serie di progetti commerciali. E questo malgrado l’apparente distanza tra le due società: se infatti BlackRock è abituata a lavorare con i maggiori investitori del mondo, i clienti di Acorns hanno all’incirca 500 dollari sul conto e un età compresa tra i 18 e i 34 anni.

Proprio questa distanza però rende ancora più interessante l’esperimento di BlackRock. In questo periodo infatti alcuni tra i big della finanza americana stanno esplorando con grande attenzione il mondo dei millennials per plasmare un’offerta mirata alle loro esigenze. Ad esempio nel novembre scorso Wells Fargo e JpMorgan hanno lanciato due app di mobile banking per raggiungere questa fascia di clientela, come del resto sta cercando di fare Bank of America nel mondo delle carte di debito. Agganciare e fidelizzare i millenials potrebbe essere decisivo soprattutto in chiave prospettica, visto che fra qualche anno questa fascia anagrafica potrebbe iniziare a racimolare cifre significative da investire in servizi di wealth management.

Rispondi