Così Amazon scommette sul lending online

amazon.png

I Big Tech guardano con molta attenzione al mondo dell’innovazione finanziaria, scommettendo sulle realtà a maggiore potenziale. L’ultima notizia arriva dall’India dove Amazon ha appena investito 22 milioni di dollari nella startup Capital Float basata a Bangalore, la Silicon Valley asiatica. Le nuove risorse sono state versate nell’ambito di un round di finanziamento da 110 milioni di dollari al quale tra gli altri ha partecipato Sequoia, lo storico venture capital americano, insieme a SAIF Partners, Creation Investments e Aspada. In aggiunta Capital Float ha raccolto debito per 130 milioni da un gruppo di banche.

Come mai Amazon è così interessata a questa startup? Capital Float è un’azienda particolarmente attiva nel credito alle piccole e medie imprese e si sta espandendo con forza in nuovi segmenti di mercato. Soluzioni che probabilmente Amazon troverà compatibili con la propria strategia nel mercato indiano e, più in generale, in Asia, una regione con un buon potenziale di crescita per il credito al mondo dell’impresa. «Siamo molto emozionati di lavorare con Capital Float insieme ad altri investitori e siamo impressionati da quello che i fondatori hanno saputo costruire finora», ha spiegato Amit Agarwal, country manager di Amazon India.

Rispondi