Così Fabrick apre un paracadute per la PSD2

Mancano pochi giorni all’entrata in vigore della direttiva europea sui pagamenti PSD2 che cambierà profondamente il panorama all’interno del settore. Se molte banche e operatori finanziari sono ancora in ritardo nell’implementazione delle tecnologie necessarie, alcune realtà si stanno già muovendo per offrire soluzioni alternative. Una strada possibile è la cosiddetta fallback solution, un’interfaccia d’emergenza che si attiva nel momento in cui si verifichino problemi tecnici nell’accesso ai dati tramite Api da parte di terze parti.

A sviluppare per prima in Italia una soluzione di questo genere è stata Fabrick, la piattaforma fintech che ha nella propria mission l’obiettivo di favorire l’open banking definendo nuovi modelli di business e di servizi bancari. Grazie per l’appunto alla fallback solution sarà possibile accedere ai conti in alternativa all’Api, come prevede l’ultima parte dei requisiti per l’adeguamento delle banche, degli istituti di pagamento e di moneta elettronica stabiliti dalla Psd2, che entrerà in vigore in tutta Europa il 14 settembre.

La fallback solution può essere definita come un sistema paracadute, una soluzione di backup che consente agli utenti di accedere ai dati per tutto il tempo in cui gli accessi tramite Api non dovessero essere disponibili o non fossero conformi ai livelli qualitativi attesi dagli operatori finanziari.

«Siamo in un momento di grande cambiamento: il mondo bancario sta entrando in una nuova era – ha spiegato Paolo Zaccardi, ceo di Fabrick – Informazioni relative ai clienti saranno messe a disposizione di terze parti e si apriranno nuove sfide competitive che porteranno valore aggiunto all’utente finale e grandi opportunità per quegli operatori che decideranno di cavalcare il cambiamento con un approccio attivo nell’identificare nuovi partner e servizi. Per fare ciò serve visione strategica, ma anche grande agilità e immediatezza per rispondere concretamente alle richieste della normativa», ha concluso Zaccardi

Rispondi