I banchieri aprono all’alleanza sul digitale

15_fintech-1.jpg

L’atteggiamento delle banche verso l’innovazione sta cambiando. Almeno quello dei grandi gruppi internazionali. A rivelarlo è un white paper del gruppo finanziario Saxo Payments che analizza da vicino l’approccio dei banchieri alle prossime sfide tecnologiche. Dopo approfondite interviste a professionisti di Citi, Bnp Paribas, Danske Bank o Standard Chartered il dettagliato documento rivela che le banche di ogni dimensione stanno facendo alcuni passi in avanti verso il mondo delle fintech, consapevoli delle opportunità che vengono dal digitale.

In generale i banchieri consultati da Saxo ammettono che, sebbene il settore non sia ancora stato completamente investito dalla trasformazione digitale, è tuttavia necessario collaborare con le start up tecnologiche nelle aree in cui si può creare valore aggiunto per i clienti. Il white paper dimostra inoltre come le banche di ogni dimensione stiano abbracciando l’idea di una competizione aperta e abbiano accettato la necessità di lavorare con partner esterni nell’ecosistema finanziario per offrire il miglior servizio possibile alla clientela.

«Le aspettative del cliente e la domanda di nuove soluzioni stanno crescendo. Solo l’alleanza con partner di un altro settore può permetterci di competere a livello globale», ha spiegato Lars Sjögren, Global Head of Transaction Banking di Danske Bank. Per Wim Grosemans, head of product management, payments and receivables di Bnp Paribas invece «è positivo che i nuovi player ci spingano a indagare le necessità del cliente. Ci sono numerose ragioni per farlo. Se le fintech sanno farlo meglio di noi, integriamole e lavoriamo in modo differente».

Rispondi