Da Unipol Banca un braccialetto per i pagamenti

rosse

Alle prese con un delicato processo di derisking, Unipol Banca non perde di vista la tecnologia finanziaria. La controllata del gruppo bolognese con Visa e Nexi ha infatti recentemente lanciato Letspay, un braccialetto elettronico per i pagamenti di tutti i giorni. Una soluzione concepita per indirizzare i comportamenti dei consumatori, ma anche per mettere a disposizione dei clienti della banca un metodo di pagamento alternativo.

L’adozione dei dispositivi mobile per gestire le proprie finanze personali, effettuare disposizioni bancarie e pagamenti continua a espandersi, e il 74% degli italiani utilizza i loro dispositivi mobile per tenere traccia delle proprie entrate e uscite finanziarie e per effettuare pagamenti quotidiani quali pedaggi, parcheggi, bollette e altri pagamenti di tutti i giorni.

Soddisfatto Stefano Rossetti, direttore generale di Unipol Banca (in foto): «È una grande soddisfazione per noi poter affermare che Unipol Banca è la prima banca in Italia che, grazie alla collaborazione con Nexi e Visa, è in grado di offrire ai propri clienti un servizio di pagamento portatile realmente innovativo: un semplice braccialetto che, consentendo di pagare in modalità contactless, renderà più comodi e rapidi alcuni gesti quotidiani; un concreto passo avanti verso il pagamento digitale anche per i piccoli importi, quelli per i quali si è solitamente abituati ad utilizzare il contante», conclude Rossetti.

Rispondi