Deutsche Bank lancia il polo dell’innovazione

Innovare in banca non significa solo introdurre nuovi prodotti o servizi, ma anche rivisitare profondamente i processi e le strutture organizzative. Non a caso diversi istituti internazionali hanno iniziato a mettere mano al proprio assetto organizzativo per agevolare il cambiamento.

Un esempio viene da Deutsche Bank che proprio in questi giorni ha annunciato una riorganizzazione interna volta a valorizzare gli sforzi nel digitale. Il gruppo tedesco accentrerà infatti le funzioni legate all’innovazione in un unicà unit che si occuperà dalla sicurezza informatica all’elaborazione dei dati fino alla gestione dei processi tecnologici.

Guidata da Bern Leukert, ex manager di Sap entrato in Deutsche Bank lo scorso anno con deleghe per la digitalizzazione, i big data e l’innovation, la nuova divisione sarà il centro propulsivo delle iniziative che il gruppo promuoverà sui nuovi canali. L’obiettivo è ridurre la frammentazione che spesso accompagna la trasformazione digitale di molte banche e di armonizzare gli sforzi delle singole divisioni in una strategia organica. Una strategia che guarderà sia ai prodotti che ai processi, riducendo gli iati del passato.

Finalità condivise anche da altre banche internazionali. Già negli anni scorsi ad esempio la spagnola Bbva ha creato una Digital Banking Area che include una grande varietà di divisioni, dal marketing all’IT fino alle risorse umane, con lo scopo specifico di catalizzare e promuovere la trasformazione digitale all’interno del gruppo.

Tornando a Deutsche Bank, va osservato che il progetto si inserisce nell’ambizioso piano di digitalizzazione annunciato nei mesi scorsi dalla banca tedesca. Il management ha deciso di mettere sul tavolo 13 miliardi di euro da investire nell’arco dei prossimi tre anni. Il numero è contenuto in una lettera che il ceo Sewing ha mandato ai dipendenti per illustrare la strategia di trasformazione digitale del gruppo. Le munizioni finanziarie serviranno soprattutto per potenziare l’innovazione e migliorare l’efficienza della banca che, come noto, oggi è tra quelle con il maggiore cost-income in Europa.

Rispondi