Deutsche Bank risponde a N26 con una banca digitale

Alle prese con un difficile processo di ristrutturazione e con una potenziale aggregazione (rimandata, ma finora mai esclusa), Deutsche Bank ha trovato il tempo per pensare all’innovazione. Secondo quanto riportato dalla stampa tedesca, l’istituto di Francoforte starebbe per lanciare un istituto completamente basato sui canali digitali e rivolto principalmente al retail e al mondo della piccola impresa. Fyrst, questo il nome della nuova iniziativa, si baserà essenzialmente sulle nuove tecnologie, cavalcando i social network e la rete per arrivare alla potenziale clientela e mettendo a disposizione una gamma di prodotti per certi aspetti analoga a quella messa sul mercato da fintech e istituti digitali.

Il digital banking del resto è sempre più diffuso in terra tedesca. Non si può non pensare a N26, la neo bank lanciata negli anni scorsi e oggi molto diffusa non solo in Germania ma anche in molti paesi europei (Italia compresa). Il successo di N26 è stato probabilmente uno dei fattori di ispirazione per il progetto di Deutsche Bank che, di fatti, ha insistito molto sulla differenziazione tra l’offerta di Fyrst da quella del resto del gruppo. A partire da dettagli come il design grafico: se nei siti della capogruppo e di Postbank dominano i colori blu e giallo, nella nuova realtà digitale è distintivo il verde chiaro.

Nel 2018 e in questa prima metà del 2019 del resto il mercato ha assisto a una forte affermazione delle neo-bank. Con questo neologismo (per molti aspetti assimilabile a quello di challenger banks, anche se spesso le neo-bank non hanno licenza bancaria) sono state battezzate le start up altamente digitalizzate, con una base costi leggerissima e un modello di business concentrato su poche, selezionate nicchie. L’offerta si focalizza soprattutto su conti deposito, conti corrente e carte di pagamento in modalità strettamente digitale.

In questo nuovo contesto le banche tradizionali hanno dovuto correre ai ripari. Una risposta è stato il nuovo conto corrente digitale lanciato dalla Goldman Sachs. L’obiettivo della banca di Wall Street non è tanto la raccolta di risparmio quanto piuttosto il tentativo di arginare l’avanzata delle piccole giovani società fintech che guardano al mondo del risparmio e del credito al consumo con un’offerta molto aggressiva. Fyrst è una nuova risposta degli incumbents alla minaccia dei nuovi entranti. Sarà interessante seguirne gli sviluppi

Rispondi