È israeliana la miglior fintech del 2018

avuv.jpg

Israele è oggi uno dei contesti più favorevoli allo sviluppo di progetti fintech. Lo dimostra il fatto che proprio una start up israeliana si è aggiudicata il primo premio nell’ambito del Best FinTech Award 2018, la kermesse internazionale organizzata da Kpmg e dall’Efma, l’associazione bancaria internazionale con sede a Parigi.

La vincitrice è PayKey, una società di Tel Aviv che ha sviluppato una soluzione di pagamento peer-to-peer rivolta principalmente ai millennials. La app può essere istallata sugli smartphone per effettuare transazioni, controllare i movimenti bancari o effettuare operazioni di altro genere. Il tutto con passaggi assolutamente semplici e rapidi.
Il premio conferma una volta di più i progressi che il mercato israeliano sta facendo in termini di innovazione. Basti solo pensare che proprio in questi giorni il Tel Aviv Stock Exchange, la piazza finanziaria nazionale, ha lanciato una piattaforma di blockchain securities lending per consentire operazioni di direct lending per ogni strumento finanziario.

Tra gli altri vincitori del premio di Kpmg-Efma ci sono la fintech canadese Exagens, grazie a un dispositivo che sfrutta l’intelligenza artificiale, la francese Neuroprofiler che sta esplorando la finanza comportamentale e la svizzera InCube, attive nel machine learning al servizio delle società di investimento.

Rispondi