Internet banking, brillano Intesa e Banco Bpm

2514843_1303_sanpaolo.jpg

L’internet banking di Intesa Sanpaolo si è aggiudicata il primo posto tra le banche operanti in Italia secondo una classifica della società di consulenza BEM Research. In testa alla graduatoria ci sono anche Banco Bpm e Unicredit, seguite da Mps, Ubi, Ing Direct, Mediolanum, Bancoposta, Crédit Agricole Cariparma e Popolare di Sondrio. Tornando a Intesa, l’internet banking dell’istituto guidato da Carlo Messina mostra un’ottima capacità a essere rintracciata sul web, seguita da Unicredit e da Banco Bpm. Buona è anche la visibilità di Bnl e Fineco Bank. Riguardo invece alle prestazioni dell’homepage, cioè alla velocità di caricamento e all’usabilità, secondo l’analisi di Bem Research sull’internet banking spicca Bancoposta, seguita da Mps e da Popolare di Sondrio.

«Il comparto bancario italiano mostra di aver superato la fase di grande difficoltà registrata negli anni più recenti», spiega Carlo Milani, direttore di BEM Research. «Anche grazie al miglioramento della crescita economica gli istituti di credito italiani oggi possono affrontare meglio quello che è stato, ed è ancora, l’elemento di maggiore debolezza, ovvero il peso dei crediti deteriorati. Ancora passi avanti devono invece essere compiuti in riferimento all’efficienza e alla redditività. Su entrambi i fronti l’internet banking può dare un contributo fondamentale. Essere ben visibili sul mondo digitale e offrire servizi online di qualità permette, da un lato, di ridurre l’esigenza di avere anche una presenza fisica sul territorio e, dall’altro, aumenta la capacità di intercettare meglio i bisogni della clientela ampliando il ventaglio delle vendite», conclude Milani.

Rispondi