Italia fanalino di coda Ue nel digitale

Digital-Technologies-And-Fintechs-to-Drive-Financial-Inclusion-2-1440x564_c.jpg

L’attenzione mediatica rivolta alla formazione del nuovo governo oscura una notizia poco incoraggiante per il nostro sistema economico. Per il quarto anno di fila l’Italia, nonostante qualche miglioramento, non fa passi in avanti nella digitalizzazione ma rimane nelle ultime posizioni della classifica europea. A rivelarlo è l’indice digitale Desi per il 2018, in cui il nostro Paese si conferma 25esimo su 28, posizione che mantiene invariata dalla nascita dell’indicatore nel 2015.

«Segnale positivo», riconosce comunque la Commissione Ue nel rapporto, è stato l’ampliamento della copertura della banda larga veloce. Sono stati inoltre apprezzati i progressi a livello nazionale sull’integrazione delle tecnologie e sui servizi pubblici digitali. Come negli anni scorsi, però, per Bruxelles «la sfida principale è la carenza di competenze digitali»: nonostante quanto messo in atto dal governo italiano, «le misure sono ancora insufficienti». E queste lacune hanno conseguenze negative a cascata per tutti gli altri settori, ovvero banda larga mobile, utenti Internet, servizi online, e-commerce e anche e-government.

Il gap digitale pesa insomma come un macigno. L’Italia è infatti dietro alla Polonia e davanti alla Bulgaria. Il Desi punta l’indice soprattutto sulle competenze digitali che «restano basse in tutti gli indicatori». L’accesso a Internet della popolazione è troppo basso: 67% Italia contro 79% media europea. Sono pochi gli specialisti in Ict. In competenze digitali di base della popolazione l’Italia è al 24% posto. Le attività on line (e-commerce, internet banking, video on demand, fruizione news e utilizzo social network) sono ancora troppo esigue e l’Italia al 27% posto. In sostanza: usiamo internet per guardare film e scaricare musica e ben poco per il resto. Va un po’ meglio per le imprese dove l’Italia sta lentamente colmando il divario ma nemmeno qui c’è molto di cui vantarsi: siamo ventunesimi su ventotto.

Rispondi