La banca giapponese Mitsubishi crea una divisione per l’intelligenza artificiale

MUFG

Le nuove tecnologie iniziano a imporsi nelle banche internazionali. La conglomerata giapponese Mitsubishi sarà il primo gruppo a concentrare i propri numerosi programmi di intelligenza artificiale in un’unica divisione, battezzata appunto Mitsubishi AI Studio.
Nella struttura confluiranno asset e risorse sia dalle altre funzioni della banca che dall’esterno per accelerare i processi di ricerca e sviluppare nuovi modelli. Al progetto dovrebbero inoltre prendere parte esperti dell’Università di Tokyo e di ExWizards, uno sviluppatore esterno in cui la banca ha recente acquisito una partecipazione.

«M-AIS utilizzerà personale interno ed esterno alla banca, anche non legato agli stili di lavoro del mondo finanziario, con l’obiettivo specifico di sviluppare modelli e analisi di intelligenza artificiale», spiega la banca. La nuova unità si servirà anche di servizi di cloud computing forniti da Amazon creando uno spazio di ricerca che permetta di testare soluzioni nel campo della ricerca sull’intelligenza artificiale.

Rispondi