La biometrica per proteggere le carte di credito

nu

Se la sicurezza informatica e la prevenzione delle frodi sono al centro dell’attenzione nel mondo della finanza digitale, alcune fintech stanno cercando di affrontare il problema.
Sembrerebbe questo il caso di Nubank, una fintech brasiliana che in questi giorni ha annunciato la sua nuova applicazione di biometrica facciale, AccessoBio. Secondo diversi report, la società userà AccessoBio per aiutare a prevenire le frodi nelle transazioni con carta di credito.

Nubank ritiene che l’introduzione della biometrica alla sua tecnologia sia un risultato positivo per la clientela perché svilupperà l’uso di carta attraverso dispositivi mobile e ridurrà la possibilità di frodi. Fondata nel 2013, la fintech brasiliana in questione ha già all’attivo risultati importanti: dal lancio nel settembre 2014 al dicembre scorso la sua carta di credito per dispositivi mobile è stata infatti utilizzata da ben otto milioni di consumatori.

 

Rispondi