L’allarme del parlamento Uk: banche, non abbandonate i vostri clienti

comuni.jpg

La chiusura delle filiali bancarie è un problema generalizzato su tutti mercati maturi, ma non sempre lascia indifferente la società e la politica. Ad esempio è interessante vedere quanto sta accadendo in Inghilterra, un Paese in cui il sistema bancario ha attraversato una profonda ristrutturazione. Proprio in questi giorni Rbs ha annunciato un nuovo round di chiusure, l’ennesimo negli ultimi anni.

La situazione non piace alla clientela, al punto che di recente ha dovuto scendere in campo perfino la Camera dei Comuni, uno dei due rami del parlamento, che ha pubblicato un documento dai toni quasi allarmistici sul fenomeno: «Il pubblico e il governo sono preoccupati per il declino spietato del numero di filiali nelle città e nelle aree rurali negli ultimi trent’anni. C’è il timore che l’impatto delle chiusure penalizzi maggiormente le aree rurali e i luoghi in cui non esistono alternative valide».

banche uk

Il parlamento è consapevole delle ragioni profonde del cambiamento che vanno dall’innovazione finanziaria alla concorrenza del fintech (citato espressamente nel paper), dalla crisi al nuovo quadro regolamentare, ma nondimeno pone un problema di fondo: i nuovi canali digitali sono in grado di raggiungere efficacemente la clientela prima servita dagli sportelli?

La risponda non sembra essere positiva. Ad esempio il documento cita espressamente 1.500 comunità che nel Paese hanno perso l’unica filiale su cui facevano riferimento, mentre altre 840 ne hanno ormai soltanto una. E sebbene gli istituti stiano cercando di accompagnare i consumatori verso i nuovi servizi di online banking e mobile banking, i risultati non sembrano essere ancora ottimali. Il problema è soprattutto di natura relazionale: «Le soluzioni tecnologiche e digitali non suscitano una fiducia generalizzata, soprattutto tra gli utenti bancari dei piccoli centri, e gli istituti di credito dovranno lavorare ancora duro per mettere a punto alternative efficaci alle filiali».

 

Rispondi