Nomura al fianco di chi investe in cripto

BN-NL670_Nomura_GR_20160408081728.jpg

Si fa sempre pià ampia l’offerta di servizi legati alla finanza digitale. Nomura ha appena creato una divisione per i servizi di custodia di asset denominati in criptovalute e detenuti da investitori istituzionali. La nuova area di business, denominata Komainu, unirà professionalità del banking, dell’asset management e del trading in una sola area per fornire un valido servizio alle case d’affari, cercando così di approfittare del boom di questo segmento di mercato. Oltre a Nomura tra i promotori ci sono Ledger e la società di investimento Global Advisors.

L’iniziativa della banca giapponese arriva in un momento di grande effervescenza per il mercato: secondo una ricerca di Thomson Reuters, circa un’istituzione finanziaria su cinque sta infatti considerando di introdurre un trading desk per le criptovalute nei prossimi 12 mesi. «Gli investitori internazionali si sono a lungo tenuti alla larga dagli asset digitali, messi in guardia dai rischi operativi e regolatori. La nostra nuova iniziativa consentirà a questi soggetti di entrare nei nuovi mercati in tutta tranquillità perché fornirà loro tutti gli standard richiesti», ha spiegato Jez Mohideen, global chief digital officer di Numura. La nuova unità infatti metterà a disposizione un’infrastruttura in grado di ampliare l’industria dell’investment management e consentirà agli investitori di sviluppare un set di competenze per i loro rispettivi business.