Instant payments, le banche Usa entrano in Europa

Il settore dei pagamenti è sempre più vivace in Europa. Se i regolatori spingono per un potenziamento delle transazioni istantanee attraverso i nuovi canali digitali, un numero sempre maggiore di soggetti si sta affacciando a questo mercato.

L’ultima notizia in ordine di tempo viene dagli Usa. Jp Morgan lancerà un nuovo servizio di bonifici istantanei nella zona euro attraverso la Single Euro Payments Area (Sepa). Una mossa che avrà effetti consistenti non solo sulle transazioni personali e commerciali, ma anche sulle attività di trading e brokerage a livello internazionale. Jp Morgan diventerà infatti la prima banca a offrire pagamenti istantanei in dollari, sterline ed euro: gli utenti potranno trasferire fino a 15 mila euro in un tempo inferiore ai 10 secondi.

«Si tratta di un ulteriore passo in avanti nella nostra offerta a livello globale. Creando nuove opportunità e efficienze per i nostri clienti attraverso Sepa e altri schemi di pagamento istantanei, ci aspettiamo che il settore cresca a livello esponenziale», ha commentato Sungmahn Seo, responsabile Emea payments and FX di JP Morgan Treasury Services.

L’iniziativa si inserisce nella strategia di progressivo avvicinamento della banca Usa all’Europa. Basti pensare che, solo qualche mese fa, Jp Morgan ha annunciato di voler portare in Europa i propri servizi di commercial bank, come parte di un piano di espansione più ampio a livello internazionale. Il gruppo americano guidato da Jamie Dimon si rivolgerà alle medie imprese, aziende spesso a conduzione famigliare che in questi anni hanno avuto non pochi problemi nel rapporto con il ceto bancario.

D’altro canto l’iniziativa va contestualizzata in una fase di forte potenziamento dei pagamenti digitali sul mercato europeo. Commissione Ue e Bce hanno infatti allo studio una stretta regolamentare per incoraggiare l’adozione di sistemi di pagamento istantanei e farne un’alternativa all’offerta dei nuovi intermediari digitali.

Sotto la lente c’è TIPS, Target Instant Payment Settlement, il servizio paneuropeo di regolamento per i pagamenti istantanei lanciato l’anno scorso e disponibile per consumatori e imprese in 19 stati. L’iniziativa si caratterizza per la capacità di offrire pagamenti in tempo reale attraverso smartphone, computer e punti in store: i bonifici istantanei infatti si differenziano da quelli tradizionali in quanto la transazione si finalizza nell’arco di alcuni secondi, al posto dei due giorni generalmente necessari per un trasferimento tra conti correnti bancari della stessa nazione.

Rispondi