PayPal prende di mira i soldi sotto il materasso

Dan Schulman.jpg

La’idea potrebbe essere associata maliziosamente all’avidità di Gordon Gekko. Sta di fatto che PayPal batte ormai ogni canale per affermarsi nel mondo finanziario e incalzare le banche nel loro core business.

E così, dopo aver chiuso il primo trimestre con ricavi in crescita del 24% a 3,69 miliardi di dollari e aver fagocitato quote di mercato nei business più tradizionali, la bigtech americana sta adesso pensando di intraprendere una nuova iniziativa: offrire un prodotto ai clienti non bancarizzati, cioè a chi non possiede un conto corrente. L’immagine che viene in mente è quella del risparmiatore che tiene i soldi sotto il materasso. Ecco, PayPal ha in mente proprio questo. Solo negli Stati Uniti la categoria conta circa 30 milioni di persone e comprende un po’ tutte le età anagrafiche. Il bacino insomma è molto promettente.

Per mandare ancora una volta la palla in buca la BigTech potrebbe mettere in campo una soluzione alternativa a carte prepagate e assegni circolari. Una soluzione possibilmente del tutto digitale visto che, come fa notare qualcuno, si può non avere il conto bancario ma possedere uno smartphone di ultima generazione per accedere ai prodotti fintech. Di certo il servizio sarà lanciato entro il 2018 e per le banche rischia di essere l’ennesima doccia ghiacciata visto che, anche in questo caso, sembrano destinate a incassare il colpo senza reagire.

Rispondi