Scommessa: Guber dal recupero crediti alla banca online

guarneri.jpg

Mentre la banca tradizionale è alle prese con la delicata trasformazione dei canali, nuovi soggetti entrano nel mondo del credito. Questo è il caso di Guber, il gruppo bresciano di recupero crediti fondato da Francesco Guarneri (in foto) che nelle scorse settimane ha ottenuto l’autorizzazione della Vigilanza a diventare banca.

La società non intende abbandonare il business storico, ma allargarlo all’attività creditizia sfruttando il nuovo canale digitale. Guber entra così in un mercato che, al momento, vede un numero limitato di soggetti in Italia e potrebbe dunque rivelarsi profittevole. Anche se non va dimenticato che sui servizi retail la competizione è già serrata e una crescita organica erodendo quote di mercato ai player maggiori non sarà impresa semplice. Forse anche per questo Guber ha scelto di puntare soprattutto sui servizi alle piccole e medie imprese con un sistema di raccolta basato inizialmente soprattutto sui depositi online.

La mossa peraltro arrivo in un periodo in cui il mondo del recupero è in profonda trasformazione. Il boom del mercato del credito deteriorato impone infatti a molti operatori di compiere un salto dimensionale per generare economie di scala. La diversificazione del business può essere una strategia alternativa a un’aggregazione, soprattutto se svolta attraverso un canale leggero come quello digitale. L’ottenimento di una licenza bancaria del resto può essere il primo passo in una campagna di espansione nel mondo del credito dove pure ci si aspetta un forte consolidamento nei prossimi anni.

Rispondi