Talenti digitali, nasce la EY Digital Academy

Hi-Tech-01-1280x640.jpg

Le imprese italiane non hanno bisogno solamente di professionisti esperti di Ict (la cui domanda sul mercato è comunque cresciuta del 56%), ma anche di manager che sposino le competenze digitali con abilità di tipo relazionale e comportamentale e con la capacità di immaginare il cambiamento .

Per dare una risposta a queste esigenze è stata lanciata la EY Digital Academy, la nuova piattaforma di formazione continua sulle competenze tecnologiche sviluppata in collaborazione con Atos, Cisco, Rockwell Automation e SAS. L’iniziativa combina le competenze e l’esperienza delle aziende coinvolte per creare una community al servizio di imprenditori e top manager e accrescere la cultura digitale delle imprese italiane, che hanno bisogno di sviluppare le competenze necessarie a valorizzare gli investimenti fatti in ottica Impresa 4.0.

I manager del resto sono consapevoli della necessità di approfondire le proprie competenze: sette manager su dieci riconoscono di essere carenti nelle competenze digitali e l’80% di essi ritiene che questa lacuna sia il principale impedimento allo sviluppo dei progetti, ad esempio di cybersecurity. Solo il 27% degli executive ritiene di possedere le skill tecnologiche necessarie per attuare la trasformazione digitale.

«La Digital Academy», ha spiegato Donato Ferri, Mediterranean People Advisory Services Leader di EY, «è uno strumento unico a disposizione dì ceo e manager per identificare e sviluppare le competenze innovative di cui hanno bisogno. È la prima piattaforma in lingua italiana che offre formazione con contenuti aggiornati in tempo reale relativi a temi di settore tipici dell’Impresa 4.0 e su tematiche digitali trasversali».

Rispondi